W W Il Carnevale!!!

Domenica a Venezia è iniziato il Carnevale con il classico Volo della Colombina dagli 80m del campanile fino al palco del Gran Teatro di Piazza San Marco.
Chiamato "Il volo dell'Angelo" prima e "Volo della Colombina" poi, rievoca l'antico omaggio acrobatico al Doge, Capo dello Stato di Venezia.


Un'altra festa all'interno del Carnevale veneziano  è la "Festa delle Marie", in cui si ricorda l'omaggio del Doge a 12 fanciulle veneziane, scelte tra le più povere e più belle della città,  in occasione del loro matrimonio, ecco una foto


immagine dal web


L'isitituzione del Carnevale veneziano è generalmente attribuita alla necessità della Serenissima di concedere alla popolazione, e soprattutto ai ceti sociali più umili, un periodo dedicato interamente al divertimento e ai festeggiamenti con musiche, canti e balli. I cittadini potevano indossare maschere e costumi celando la propria identità e provenienza.
Uno dei travestimenti più comuni del Carnevale antico di Venezia, a partire dal XVIII secolo, è la Bauta. Una particolare maschera bianca, indossata sia da uomini che da donne, chiamata larva, messa sotto un tricorno nero e un mantello scuro chiamato tabarro. Questa maschera non veniva utilizzata solo nel periodo di Carnevale, ma anche a teatro, in altre feste, in incontri galanti, o ogniqualvolta si desiderasse corteggiare o essere corteggiati garantendosi un totale anonimato. La sua particolare forma assicurava la possibilità di bere e mangiare senza toglierla.
immagine dal web

 Le maschere che quest'oggi vi voglio ricordare sono quelle più conosciute e tradizionali d'Italia:
Arlecchino sembra sia quella più antica, ed è originaria di Bergamo;
poi arriva Pantalone da Venezia, del secolo XVI  e
da Napoli invece abbiamo Pulcinella,
mentre da Bologna c'è il Dottor Balanzone.
Altre maschere d'Italia famose sono :
- Gianduia di Torino;
- Stenterello di Firenze;
- Brighella da Bergamo;
- Colombina da Venezia

e molte altre come potete vedere dall' illustrazione che segue:

immagine presa dal web

spero nei prossimi giorni di riuscire a scattare delle foto personali alle maschere di Venezia, perchè sicuramente ci sarà un torrente di persone... ^_^

Ciao alla prossima, vi lascio con una poesia di Gianni Rodari sul Carnevale

IL VESTITO DI ARLECCHINO

Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino,
ne mise un’altra Pulcinella,
una Gianduia, una Brighella.
Pantalone, vecchio pidocchio,
ci mise uno strappo sul ginocchio,
e Stenterello, largo di mano,
qualche macchia di vino toscano.
Colombina che lo cucì
fece un vestito stretto così.
Arlecchino lo mise lo stesso
ma ci stava un tantino perplesso.
Disse allora Balanzone
bolognese e dottorone:
- Ti assicuro e te lo giuro
che ti andrà bene il mese venturo
se osserverai la mia ricetta:
un giorno digiuno e l’altro bolletta.
(G. Rodari)

Sal "Un fiore per Te" per San Valentino

Finalmente ho finito, con immenso ritardo
il mio pensierino per San Valentino a mio marito!
Sobbarcata da tremila impegni si è 
dovuto accontentare di riceverlo ieri, 
ma credo gli sia piaciuto tanto lo stesso, perchè
 l'ha rimirato... e rimirato... e rimirato....

Il regalino in questione è stato realizzato con
 il sal di Betty63, del Forum Betty's Place,
 che ringrazio tantissimo per le sue idee sempre bellissime,
 perchè mi aiutano a creare degli oggetti sempre nuovi e creativi!

 Ecco!! vi presento il mio fiorellino



lavorato con la tecnica del blackwork,
 rifinito con perline in tinta e perlona centrale. 
Per il gambo ho usato un bastoncino in legno
 ricoperto di nastro verde,
 mentre per le foglioline del pannolenci verde chiaro.

Come piedistallo ho trovato
 un vasetto di terracotta
 e per impiantare il fiore ho usato
 una pallina di polistirolo, dello stesso diametro del vasetto,
 che ho ricoperto con della stoffina
 verde a cuori, con la tecnica del patchwork su polistirolo.

Et voilà ...ecco il nostro bel fiore con vaso!



Augurissimi di  Buon San Valentino a tutti gli innamorati!
 Anche se in ritardo vanno bene sempre
  ^_^


Nozze di Cristallo per Vania e Claudio

Quest'oggi vi propongo il mio ultimo lavoretto, un cuscinetto per le fedi, realizzato per la mia amica Vania e suo marito Claudio, che intendono riconfermare il loro matrimonio (20 anni!!) in chiesa.

Ho realizzato per loro questo cuscinetto a forma di cuore, ricamando su tela Emiane in tinta avorio delle calle di cui Vania ne è innamorata, con l'aggiunta di perline e filato metallico argentato, mentre il retro è di raso sempre in tinta. Per il bordo ho utilizzato un nastro in organza arricciato e rifinito con perline.
Eccolo!





particolare laterale

iniziali ricamate con perline in vetro

Faccio agli sposi un Augurio grande grande, affinchè il Vostro Anniversario sia il rinnovo di una dolce promessa, e aspetto una foto da pubblicare qui nel blog!! Felicitazioni!!

Vi auguro una Buona serata!

Post in evidenza

Portacellulare a portafoglio

Questo un regalino per la mia nipotina Anna un portacellulare fatto a portafoglio   con laccetto per non far uscire il cellulare ...

I post più popolari ^_^

L'ago e filo di BettydiBettyDesign by Iole